CONTATTACI

Nuova versione di zenon

 

 

Su questo sito trovate: 

 

La nuova versione di zenon Software Platform migliora l’esperienza utente, la pianificazione dei progetti e la creazione e la modifica degli Smart Objects. zenon 14 offre un Web Visualization Service (WVS) completo, più connettività e apertura anche grazie alla certificazione OPC UA Gateway e ai miglioramenti alla GraphQL Interface. 

 

Per essere all’avanguardia nella tecnologia Microsoft, la versione 14 della zenon Software Platfrom utilizza SQL Server 2022. 

 

Ciò che abbiamo riassunto qua sono solo un estratto di ciò che zenon 14 può offrire. Per l’elenco completo delle nuove funzionalità, consulta le note di rilascio oppure contatta la tua filiale di riferimento

 

Scarica zenon 14 (9,78 GB)

 

 

Esperienza utente migliorata nella creazione dei progetti 

 

Il nostro team lavora costantemente per migliorare l'esperienza d'uso di zenon per tutti gli utenti, in modo che i progetti possano essere realizzati nel modo più efficiente e fluido possibile. 

 

Progettazione degli Smart Objects 

zenon 14 assicura una progettazione rapida e semplice degli Smart Object. Invece di un’elaborazione manuale e ricorrente dell’assegnazione delle variabili degli Smart Object, una funzione di ricerca e sostituzione multipla consente di risparmiare tempo prezioso durante la mappatura. Ad esempio è possibile creare specificatamente un prefisso predefinito e adattare e mantenere tutti gli elementi interessati in modo uniforme.  

 

 

Gli Smart Object, supportano anche la progettazione distribuita durante la creazione e la modifica dei progetti. Ciò migliora la gestione centralizzata senza che gli utenti si intralcino a vicenda. 

 

 

Importazione delle configurazioni del Process Gateway impostate esternamente 

Con zenon 14, è possibile importare in Engineering Studio le configurazioni esterne del Process Gateway esistenti.  In questo modo è possibile passare facilmente da un aggiornamento all'altro e sfruttare le configurazioni integrate del Process Gateway, come l'avvio automatico, il controllo tramite funzioni e il monitoraggio del gateway. 

 

 

Automatic Line Coloring (ALC) 

Per rendere più chiara la configurazione degli alias ALC, gli elementi ALC e gli alias ALC possono essere contrassegnati con colori diversi, per facilitare la distinzione. 

 

 

Nuove funzioni nel zenon Service Engine 

 

Con zenon 14, non solo i progettisti ma anche gli operatori delle macchine sperimentano numerosi miglioramenti nell'applicazione. 

 

Gestione Allarmi 

La gestione allarmi nella Alarm Message List (AML) è stata semplificata.  L’ordinamento delle colonne in base alle voci e i filtri nell’elenco rendono la gestione degli allarmi più pratica. Le colonne aggiuntive consentono inoltre di visualizzare un maggior numero di informazioni. 

 

Rilevamento spontaneo dei gap durante la registrazione dei dati e facile gestione dei dati 

Con valori che cambiano solo sporadicamente, l'archiviazione spontanea (archiviazione quando i valori cambiano) può causare lacune nella visualizzazione dei dati. In zenon 14, è possibile definire un periodo di tempo utilizzando il rilevamento spontaneo delle lacune, dopo il quale l'ultimo valore noto di una variabile viene scritto nell'archivio. Nell'Extended Trend o nelle query dell'interfaccia GraphQL, è garantito che i dati siano prontamente disponibili per la durata richiesta. Ciò contribuisce in modo significativo all'integrità dei dati, ne facilita l'analisi e allo stesso tempo mantiene bassi i requisiti di archiviazione. 

 

Inoltre, è ancora più facile lavorare con i dati in Extended Trend: La selezione delle variabili è stata semplificata e l'identificatore può ora essere visualizzato nell'elenco di output. 

 

 

Orchestrazione dei processi e produzione modualre con il Module Type Package (MTP) 

 

L’Orchestration Studio per l'orchestrazione dei processi è integrato nativamente in zenon 14. Poiché lo standard MTP è in continua evoluzione, sono supportate tutte le parti recentemente rilasciate (attualmente dalla parte 1 alla 6). 

  • Il progetto template ha un aspetto migliorato ed è compatibile con l’attuale Orchestration Studio. Dispone di un framework di base con menu, modelli e template di immagini e può essere implementato anche come progetto HTML5.
  • È stata implementata un'estensione API per l'importazione di file MTP da marketplace.
  • Lo stato del dispositivo e lo stato attuale del dispositivo possono essere visualizzati in MTP Device Management. È inoltre possibile registrare la posizione fisica di un dispositivo. 
  • Con i blocchi di calcolo già pronti, i moduli interni possono essere aggiunti all'orchestrazione in Orchestration Studio mediante il drag & drop. Con l’MTP Gateway è possibile rendere compatibili con lo standard MTP anche dispositivi non compatibili con lo standard MTP, per beneficiare di un'integrazione più rapida. Il gateway MTP apre la strada al passaggio al concetto di produzione modulare senza dover sostituire  le macchine esistenti. 

 

 

Aggiornamenti del Web Visualization Service (WVS) 

 

I miglioramenti apportati  al Web Visualization Service (WVS) consentono di creare interfacce uomo-macchina (HMI) o di monitoraggio visivamente accattivanti e di alta qualità in web browsers come Chrome, Firefox e Safari (iOS) con funzionalità estese. Viene supportata anche la visualizzazione delle schermate Faceplate  e anche immagini grandi o complesse che rappresentano i processi possono essere facilmente visualizzabili e controllate attraverso la world view zoommabile. Attraverso il WVS è possibile selezionare i template delle ricette e creare ed eseguire ricette di controllo (no editor) attraverso il batch control. Sono state inoltre aggiunte alter azioni di commando al command output per l’invio di comandi di commutazione. 

 

 

Innovazioni per IIoT services 

 

Il Trend Visualizer consente la visualizzazione e l'analisi dei dati storici su base HTML5 ed è disponibile come parte della soluzione Historian 360. Anche gli utenti che non hanno conoscenze di ingegneria di progetto possono configurare singoli trend e tabelle. 

 

I servizi IIoT hanno vengono rilasciati ogni 3 mesi. zenon IIoT Services 14.1 offrirà zenon Dashboard Service ossia un modo semplice per visualizzare dati della zenon Software Platform sul web. Gli utenti potranno creare le loro dashboard individuali basate su widget predefiniti direttamente nel browser. Anche senza una conoscenza approfondita dell’architettura del progetto e del sistema è possibile accedere direttamente ai punti di dati, allarmi ed eventi condivisi. 

 

L'Identity Service ora può essere usato sia per il  Service Engine che per il Report Engine. Ciò rende più semplice la gestione centralizzata degli utenti e dei diritti di accesso alla zenon Software Platform. In Device Management, la distribuzione dei progetti di zenon su dispositive differenti e il loro monitoraggio è stato reso più user friendly

 

 

Risoluzione granulare delle query con GraphQL e Reporting 

 

The GraphQL interface offre la possibilità di interrogare le query in maniera impostabile. Prima, l’interrogazione dei valori di archivio forniva l’immagine esatta di come erano stati registrati i dati in un determinato periodo di tempo. Tuttavia, non sempre è necessario interrogare tutti i dati registrati. Ora è possibile specificare l'arco temporale per ogni interrogazione dei valori di archivio. Inoltre è possibile aggiungere parametri di interrogazione ai valori di archivio esistenti. Queste caratteristiche non solo migliorano le prestazioni nell’interrogazione dei valori ma consentono anche di ottimizzare la visualizzazione dei trend, ad esempio nel Trend Visualizer, o di interrogare in modo mirato i valori aggregati invece dei dati grezzi. 

 

Il Report Engine di zenon è stato migrato a SQL Server 2022 e consente di effettuare analisi sofisticate dei processi, ottimizzazioni della produzione e reportistica online come di consueto. 

La forza mortice di zenon - Connectivity News 

 

Il server OPC UA nel Process Gateway è stato testato con successo per la conformità ed è elencato come prodotto certificato sul sito web della OPC Foundation.

 

Il Process Gateway OPC UA supporta l'invio di una lingua tradotta secondo la tabella delle lingue del progetto nella comunicazione di eventi OPC UA per AML / CEL. Gli eventi per l'Elenco cronologico degli eventi (CEL) possono ora essere inviati anche sotto Linux e i dati storici possono essere recuperati dalle variabili di archivio. 

 

Il driver OPCUA32 consente di configurare un prefisso opzionale per i nomi delle variabili. Questo può essere personalizzato per ogni connessione, per facilitare l'importazione di variabili da server diversi con lo stesso modello informativo. 

 

Sono disponibili informazioni sulla validità dei certificati OPC UA per la comunicazione del driver client OPC UA. Ciò consente il rinnovo tempestivo dei certificati e può prevenire i tempi di inattività. 

 

Il driver S7TIA è stato aggiornato e supporta la versione 19 della piattaforma TIA, nonché la comunicazione con un PLC con firmware corrente, anche se è consentita solo la comunicazione sicura. È inoltre possibile parametrizzare la password per il livello di accesso. 

 

In Linux, il Logic Service offre le funzionalità già note in Windows: la comunicazione estesa tra il Service Engine e il Logic Service significa che le variabili create in Engineering Studio possono ora essere utilizzate anche nel Logic Service. Inoltre, sono disponibili ulteriori driver per bus di campo in ambiente Linux. 

In questo modo zenon offre una soluzione integrata indipendente dalla piattaforma con il Service Engine e il Logic Service. 

 

È ora possibile monitorare lo stato attuale di un gateway di processo nel Service Engine e attivare un allarme se il gateway non è più attivo. Il monitoraggio del gateway di processo integrato può essere realizzato utilizzando una variabile. 

 

 

Ulteriore sviluppo del Service Engine in ambiente Linux 

 

Il team COPA-DATA ha fatto grandi progressi con la migrazione di zenon Service Engine a Linux. Il gateway OPC UA è stato ampliato come interfaccia, per cui ora è possibile richiamare anche eventi e dati storici. Le licenze possono ora essere attivate su macchine Linux. Questo vale sia per i dongle basati su software che per quelli hardware. La dipendenza da un server di licenze basato su Windows nella rete per il successo delle licenze del Service Engine non esiste più. Inoltre, ora è possibile attivare l'esecuzione di script e funzioni, come il ricaricamento del Service Engine, il riconoscimento degli allarmi o l'avvio della registrazione degli archivi. Tutte le estensioni per zenon 14 consentono un uso più flessibile del Service Engine come gateway indipendente dalla piattaforma.

 

Scarica gli Highlights di zenon 14: 

zenon 14 - HIGHLIGHTS - Energy & Infrastructure

Fact Sheet

zenon 14 - HIGHLIGHTS - Energy & Infrastructure

712 KB

zenon 14 - HIGHLIGHTS - Food & Beverage

Fact Sheet

zenon 14 - HIGHLIGHTS - Food & Beverage

891 KB

zenon 14 - HIGHLIGHTS - Life Sciences & Pharmaceutical

Fact Sheet

zenon 14 - HIGHLIGHTS - Life Sciences & Pharmaceutical

691 KB

start now: zenon 14 training