IEC 60870, 61400-25 e 61850 incl. GOOSE

IEC 60870, 61400-25 e 61850 incl. GOOSE

zenon Energy Edition

Essendo uno standard accettato internazionalmente, il protocollo di trasferimento IEC 61850, dell´International Electrotechnical Commission (IEC), fornisce delle norme generali per la comunicazione fra i dispositivi impiegati nei sistemi di automazione delle sottostazioni elettriche, e definisce anche i necessari requisiti di sistema.

 

Grazie al driver sviluppato appositamente dai nostri esperti, gli utenti di zenon possono configurare i loro SCADA progetti senza problemi usando IEC 61850, sempre che tengano presente che ci sono delle chiare differenze fra IEC 61850 e IEC 60870 per quello che concerne la funzione comandi:



IEC 61850 Command Processing

White Paper

IEC 61850 Command Processing

211 KB

Differenze fra IEC 61850 e IEC 60870

Sotto IEC 60870, la selezione della modalità di comando in zenon viene configurata mediante parametri, in IEC 61850, invece, ciò avviene nel cosiddetto control model del nodo logico e, quindi, a livello di protocollo. Anche la variabile di comando e quella di responso vengono definite in modo diverso. Sotto IEC 60870, vengono definite selezionando il tipo ID (numericamente); con IEC 61850, invece, l´indirizzamento viene visualizzato in un modello oggetto (simbolicamente).

IEC 61850 GOOSE (Generic Object Oriented Substation Event)

Ottenere prestazioni massime è un fattore di cruciale importanza per la comunicazione fra le diverse bay units.  ed è proprio questo il caso in cui torna utile il GOOSE protocol di IEC 61850. . GOOSE è basato su UDP (User Datagram Protocol), è molto veloce e comunica nella modalità Publisher-Subscriber (Multicast). . straton può comunicare sia come Soft-PLC indipendente, che come SCADA Logic integrato in zenon, facendo uso del GOOSE protocol.  e non ha alcuna importanza se un server IEC 61850 è attivo o no.

IEC 61400-25

Per la comunicazione, supervisione e controllo di parchi eolici, COPA-DATA fornisce un driver IEC 61400-25. Il mapping corrisponde alle Part 4, Appendix C (MMS) dello standard. Il driver rappresenta la "client-side" e può essere configurato via import file SCL.